Sala dei Cavalli a Palazzo Te

This post is also available in: English (Inglese)

Continua il nostro viaggio alla scoperta del mondo di Club Cavallo Italia, il mondo delle persone che, come noi, amano il bello e l’eleganza dei luoghi più belli, naturalmente più eleganti e più emozionanti di tutta Italia.

Oggi siamo a Mantova, a Palazzo Te, costruito fra il 1524 ed il 1534 su commissione di Federico II Gonzaga in una zona paludosa e lacustre che i Gonzaga fecero bonificare e che Francesco II, grande amante di cavalli, la scelse come luogo di addestramento dei suoi preziosi cavalli. 

Oggi Palazzo Te è un Centro Internazionale d’Arte e di Cultura che organizza mostre d’arte antica e moderna ma a noi vogliamo visitare la Sala dei Cavalli a Palazzo Te, destinata all’accoglienza degli ospiti e alle più importanti cerimonie.

Prima di visitare la Sala dei Cavalli a Palazzo Te si prenda una pausa ed ammiri un’altra eccellenza italiana: la nostra Collezione di Gioielli Made in Italy, fatta a mano da mani italiane e, naturalmente, dedicata ai cavalli. Grazie.

Sala dei Cavalli a Palazzo Te

Riprendiamo a parlare della Sala dei Cavalli a Palazzo Te, realizzata probabilmente tra il 1526 e il 1528, che prende il nome dai ritratti dei superbi cavalli dipinti con nobile portamento a grandezza naturale nella parte inferiore delle pareti affrescate.

Federico, come il padre e i suoi avi, allevava cavalli nelle famose scuderie dei Gonzaga e li teneva in massimo conto, considerandoli l’omaggio più alto che si potesse fare ad un amico o ad un ospite illustre. 

Sala dei Cavalli a Palazzo Te
Morel Favorito

Oggi due dei sei cavalli dipinti hanno ancora scritto in basso il proprio nome: Morel Favorito, il cavallo grigio della parete sud, e Dario, il destriero più chiaro della parete nord.

I cavalli, che spiccano sullo sfondo di paesaggi, dominano una grandiosa architettura dipinta alle pareti, ritmata da lesene corinzie e nicchie che ospitano statue di divinità e, sopra le finestre, busti di personaggi.

La parte superiore della campata è caratterizzata da finti e bellissimi bassorilievi di bronzo che raccontano le fatiche di Ercole ed il fregio che corre alla sommità delle pareti, all’angolo delle quali sono ritratte quattro aquile, è popolato da puttini e puttine che si muovono tra graziosi girali variopinti e mascheroni.

Sala dei Cavalli a Palazzo Te

Per finire il soffitto, in legno dorato su fondo blu, racchiude nei cassettoni rosoni e le imprese più ricorrenti del palazzo: quelle del Ramarro e del Monte Olimpo .

Adesso possiamo uscire dalla Sala dei Cavalli a Palazzo Te, grazie per la lettura e, se vuole, con noi può scoprire le tante altre bellezze italiane come il Lago Maggiore o Siena e il suo Palio.

Grazie per il tempo che ha trascorso con noi ed ora la invitamo a ammirare la nostra collezione di Cavalli in Vetro di Murano fatti a mano per lei oppure…

Cavalli in vetro di Murano
Alcuni dei cavalli nel prezioso Vetro di Murano

…oppure scoprire come far dipingere il suo cavallo, il suo gatto o il suo cane in un piatto di maiolica preziosa qui. Grazie.

Ora il nostro consiglio: si iscriva alla nostra newsletter qui. Rispetteremo la sua privacy, riceverà la nostra newsletter sul cavallo e la sua eleganza, i nostri consigli sui luoghi più eleganti d’Italia e avrà subito uno sconto di benvenuto del 10% per il suo primo acquisto nel nostro negozio online. Grazie

Ancora un momento, per favore: se la Sala dei Cavalli a Palazzo Te le è piaciuta invii il link della pagina a chi la saprà apprezzare e noi ne saremo veramente lieti e, se vuole scriverci: customercare@clubcavalloitalia.it Noi rispondiamo sempre. Grazie ancora e a presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.